Gas fluorurati inside
gas fluorurati fratelli sala2

Siamo iscritti (iscrizione n. ACVPR1448-ES del 10/05/2013) al Registro Telematico Nazionale delle Persone e delle Imprese che operano su apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra disciplinati dal protocollo di Kyoto (istituito presso il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare) e, dal 28/10/2013, siamo certificati per l’esecuzione di attività di installazione, manutenzione e riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (articolo 8 del D.P.R. n. 43/2012) svolte ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento (CE) n. 303/2008.

Impieghiamo esclusivamente personale certificato iscritto alla Categoria I del Regolamento (CE) n. 303/2008, ossia abilitato all’esecuzione delle seguenti attività:

  • installazione, manutenzione e riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra (idrofluorocarburi HFC, perfluorocarburi PFC, esafluoruro di zolfo SF6, ecc.);
  • controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra;
  • controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati (etichettati come tali);
  • recupero di gas refrigerante.

Sottoponiamo a verifica e taratura periodica tutta la strumentazione utilizzata (gruppo manometrico, cercafughe, termometro, pinza amperometrica) e dopo ogni intervento procediamo al controllo del funzionamento delle valvole a doppia via delle bombole contenenti gas serra per prevenire la dispersione accidentale del fluido refrigerante.

Nelle singole attività utilizziamo procedure standardizzate atte a contenere eventuali danni ambientali:

  • collegamento iniziale del gruppo manometrico e delle tubazioni;
  • recupero, trasporto, stoccaggio e smaltimento del gas refrigerante;
  • pressatura con azoto per la verifica dell’assenza di gas refrigerante;
  • vuotatura del circuito frigorifero (creazione del vuoto);
  • esecuzione di prove di tenuta del vuoto;
  • carico del gas refrigerante;
  • controllo, ricerca delle fughe e collaudo del gruppo frigorifero;
  • sostituzione di componenti e accessori (compressore, condensatore, evaporatore, valvola di laminazione, filtro disidratatore, ecc.);
  • scollegamento del gruppo manometrico e delle tubazioni.